Al via: valorizza i tuoi investimenti

26/10/2017

Finlombarda e Regione Lombardia hanno sbloccato ingenti fondi per supportare nuovi investimenti da parte delle Piccole e Medie imprese, al fine di rilanciare il sistema produttivo e facilitare la fase di uscita dalla crisi socio-economica che ha investito anche il territorio lombardo mediante la concessione di un finanziamento a medio lungo termine, assistito da una garanzia a valere sul Fondo di Garanzia AL VIA e abbinato a un contributo a fondo perduto in conto capitale.  

AIUTI ALLE IMPRESE

La Dotazione finanziaria messa in campo per aiutare l’imprenditoria lombarda prevede una quota di agevolazioni particolarmente generose per la aziende lombarde. Le risorse disponibili per AL VIA sono suddivise in tre fasce di incentivo:   220 milioni di euro derivanti dalle risorse apportate in egual misura da Finlombarda e dagli Intermediari Convenzionati, per i Finanziamenti; 55 milioni di euro a valere sull’Asse III del POR FESR 2014-2020 di Regione Lombardia per il Fondo di Garanzia AL VIA; 20 milioni di euro a valere sull’Asse III del POR FESR 2014-2020 di Regione Lombardia per i Contributi a fondo perduto in conto capitale. Quasi trecento milioni di euro a disposizione delle imprese e dei professionisti di Regione Lombardia. 

Gli incentivi saranno devoluti per gli investimenti riguardanti programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo, da realizzarsi nell’ambito di generici piani di sviluppo aziendale.I progetti devono essere in relazione con la Strategia di Specializzazione Intelligente (S3) di Regione Lombardia. 

LINEA SVILUPPO AZIENDALE

I contributi sono rivolti a tutte quelle piccole e medie imprese Registro delle Imprese da almeno 24 mesi alla data di presentazione della domanda, nei settori manifatturiero, costruzioni, trasporti eservizi alle imprese e di imprese agromeccaniche. A parziale copertura dei costi sostenuti per realizzare il Progetto, Regione Lombardia, concederà un Contributo a fondo perduto in conto capitale, in misura variabile tra il 5% e il 15% 

Otterranno un incentivo superiore in termini di Contributo in conto capitale, le seguenti categorie di Progetti:

  • Progetti di Manifattura 4.0 che rispettino i requisiti di cui alla legge regionale n. 26/2015;
  • Progetti ad elevata capacità aggregativa dimostrata mediante l’appartenenza a un contratto di rete, come rilevabile da visura camerale;
  • Progetti che comprendano l’implementazione di sistemi di certificazione ambientale delle organizzazioni, dei processi produttivi e/o dei prodotti;
  • Progetti di investimento realizzati da Soggetti Richiedenti sviluppati sull’area espositiva “Expo”

Il finanziamento potrà coprire un importo tra i 50mila e i 3 milioni di euro, con un tasso di interesse pari alla media ponderata. Sono ammissibili alla Linea Sviluppo Aziendale i soli Progetti realizzati nel territorio della Regione Lombardia. Le spese devono essere comprese tra 53 mila euro e i tre milioni di euro. Sono ammesse le seguenti tipologie di spesa, al netto di IVA, sostenute successivamente alla data di presentazione della Domanda purché funzionali alla realizzazione del Progetto stesso:

a) acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;

b) acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware);

c) acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;

d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri

di ingegneria antisismica.

LINEA RILANCIO AREE PRODUTTIVE 

Questa linea di investimento finanzia investimenti per lo sviluppo aziendale basati su programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo legati a piani di riqualificazione e/o riconversione territoriale di aree produttive.

I progetti dovranno essere in relazione con la Strategia di Specializzazione Intelligente di Regione Lombardia. Sono ammissibili alla Linea Rilancio Aree Produttive i soli Progetti realizzati nel territorio della Regione Lombardia 

Le spese devono essere comprese tra 53 mila e 6 milioni di euro, nel caso di Domanda a valere sul Regolamento di esenzione, 2 milioni di euro, nel caso di Domanda a valere sul Regolamento “de minimis”. Sono ammesse le seguenti tipologie di spesa, al netto di IVA, sostenute successivamente alla data di presentazione della Domanda purché funzionali alla realizzazione del Progetto stesso: 

a) acquisto di macchinari, impianti specifici e attrezzature, arredi nuovi di fabbrica necessari per il conseguimento delle finalità produttive;

b) acquisto di sistemi gestionali integrati (software & hardware);

c) acquisizione di marchi, di brevetti e di licenze di produzione;

d) opere murarie, opere di bonifica, impiantistica e costi assimilati, anche finalizzati all’introduzione di criteri di ingegneria antisismica;

e) acquisto di proprietà/diritto di superficie in relazione ad immobili destinati all’esercizio dell’impresa.

DAMA È AL VOSTRO FIANCO

Gli esperti professionisti della Finanza agevolata di Dama srl hanno studiato a fondo il nuovo bando "AL VIA",  e dispongono di tutta la preparazione necessaria per seguire il caso di ogni impresa lombarda e proporre la propria candidatura per l’accesso alle importantissime agevolazioni messe sul tavolo. 

Contattateci o venite a trovarci per comprendere a quali sovvenzioni la vostra azienda potrebbe accedere. 

Leggi altro dal blog

Contattaci per una preanalisi gratuita

CONTATTACI ORA